UN 2013 POSITIVO PER CHI E’ SOLIDO E DIFFICILE PER CHI NON HA ALTERNATIVE ALLA LEVA DEL PREZZO.

Dì che ti piace questo articolo!

BRUNO MAESTRELLI – Titolare OTTICA MAESTRELLI
Cuneo, 23 Gennaio 2013

Signor Maestrelli, la crisi generalizzata dei consumi che l’Italia sta attraversando ha influito sulla sua attività?

Certamente, la crisi ha influito sulle scelte dei consumatori orientandoli a valutazioni più ragionate, ponderate e necessarie. Questo concetto nella pratica si è tradotto nella consapevolezza del cliente di dover affrontare una spesa indispensabile per l’acquisto dell’occhiale, ma ponendo attenzione a risparmiare dove possibile.

E nel suo caso specifico?

Per quanto riguarda l’attività del mio centro ottico voglio evidenziare due aspetti a mio avviso interessanti: da una parte condivido il dato nazionale che riflette un calo delle vendite riferite all’occhiale da sole (circa il 9 o 10%), confermando il trend positivo del comparto vista (occhiali e lenti a contatto + liquidi). Durante l’anno abbiamo notato un evidente shift verso lenti oftalmiche di maggior valore tecnologico e conseguentemente economico.

Il secondo aspetto riguarda la concorrenza spietata che noi soprannominiamo “fai-da-te”, ossia premontati selvaggi offerti dalla bancarella piuttosto che dal negozio non di ottica, che ha generato una sorta di selezione naturale della clientela innalzandone la qualità.

 

A suo parere il 2013 sarà un anno in discesa o in risalita?

Sono ottimista, penso che il 2013 sarà in ripresa.

Credo che l’imprenditore che ha gettato fondamenta solide possa continuare, ponderando al meglio la gestione aziendale, ad affrontare le difficoltà e ad essere fiducioso; purtroppo ci sarà sofferenza in chi, già prima, non ha rinforzato le travi traballanti. Il mercato cambia troppo in fretta e il nostro settore non fa eccezione.

 

Quali pensa possano essere le soluzioni imprenditoriali per far fronte alla crisi dei consumi?

Confermo quanto detto prima: la condizione necessaria è la qualità dei fondamentali d’azienda, ossia riduzione delle spese gestionali, eliminazione del superfluo, magazzino a massima rotazione, varietà d’offerta professionale e commerciale. E, infine, essere preparati a risolvere le esigenze e i bisogni del cliente con valide alternative alla leva del prezzo.

 

[custom_author=OTTICA MAESTRELLI]

Facebook Comments