ORA BISOGNA PENSARE ED AGIRE DIVERSAMENTE RISPETTO AL PASSATO, CERCANDO DI LASCIARSI LA CRISI ALLE SPALLE E FORSE SFRUTTARLA.

Dì che ti piace questo articolo!

Offida (AP), 15 aprile 2013

Come è iniziata la Sua esperienza imprenditoriale e come si è sviluppata?

La mia attività inizia a Milano alla fine degli anni settanta e dopo gli studi in ottica e optometria, nel 1988 decido il trasferimento nelle Marche, la mia attuale sede.

…Marche colpite dalla crisi dei consumi?

Certamente la crisi ha influito in tutti i settori, la reazione a catena era immaginabile e per certi versi anche prevedibile. Soltanto delle mentalità miopi (per dirla da ottici) potevano non vedere e capire ciò che sarebbe accaduto in seguito! Era inevitabile e intuibile che sarebbe stato soltanto una questione di tempo.  Ora bisogna pensare ed agire diversamente rispetto al passato, cercando di lasciarsi la crisi alle spalle e forse sfruttarla.

In questo momento particolare penso che siano veramente poche le attività in crescita. La zona della provincia ascolana negli ultimi anni ha assistito alla chiusura di diverse medie aziende e piccole imprenditorie, con conseguente perdita di molti posti di lavoro. Certamente i consumi si sono ridotti e molti hanno dovuto rimodulare i loro acquisti in funzione delle priorità e necessità famigliari, soprattutto in base alle disponibilità economiche. Gli anni  90′ e 2000 sono un ricordo e, con molta probabilità, bisognerà riadottare un modo di vivere come negli anni 70′.

Quali provvedimenti vede a favore della competitività oggi?

In un mondo in continua evoluzione con cambiamenti non solo tecnologici rapidi e spiazzanti, essere competitivi diventa sempre più difficile. Alcune scelte possono essere comuni, altre vanno adattate per ogni singola attività in ottica. Alcuni devono valutare delle possibilità differenti in base alla zona e alla clientela: per esempio le esigenze dei clienti dell’ottico che lavora in una zona balneare sono differenti da chi svolge l’attività nell’entroterra, in una cittadina di provincia o del piccolo paese.

Quali pensa siano gli elementi vincenti per differenziare il centro ottico specializzato?

Questo particolare periodo vede diverse azioni commerciali, volte essenzialmente all’acquisto dell’occhiale a prezzo scontatissimo, o regalie aggiuntive di vario genere. Certamente per chi non ha professionalità da contrapporre, nel breve periodo questa azione commerciale può avere effetti positivi, ma a lungo termine le risposte dei concorrenti che si adeguano ed allineano a queste illogiche azioni portano ad un impoverimento del settore con tutte le immaginabili conseguenze.

Prestare attenzione alle richieste dell’utente è sempre la mossa vincente e se un prezzo più basso è sempre ben accetto, fornire anche professionalità e competenza lo è molto di più. Questi aggiunti valori specialistici non si acquisiscono dall’oggi al domani e non si forniscono con lo sconto. Poi certamente il mercato saprà valutare e premiare o meno le scelte fatte, certamente ognuno avrà quello che ha seminato.

[custom_author=augustopapa]

 

Facebook Comments